La Scuola Polo Liceale GUARINO VERONESE

Cerca

Vai ai contenuti

Menu principale:


PATENTINO CICLOMOTORE

ARCHIVIO > 2010 2011


Una nuova pagina sul mondo della sicurezza stradale.


Lo sai? Dal 1° luglio 2004 tutti i ragazzi dai 14 ai 18 anni devono avere un "patentino" per poter guidare il ciclomotore. Questo documento, che si chiama certificato di idoneità alla guida del ciclomotore potrà essere conseguito anche a scuola

I corsi

La legge conferendo ai destinatari la facoltà o di seguire un corso, gratuito presso le scuole o a pagamento presso le autoscuole, contestualmente obbliga le istituzioni scolastiche e le autoscuole ad organizzare i corsi.

I giovani che frequentano le scuole medie e superiori, statali e non statali possono partecipare ai corsi organizzati gratuitamente all'interno della scuola, nell'ambito dell'autonomia scolastica.

Ai corsi si accede mediante domanda indirizzata al Dirigente Scolastico, nei termini di tempo stabiliti dalla singola Istituzione Scolastica.

Si consiglia di utilizzare l'unico modello di domanda ufficiale allegato al D.M. MIT n. 151/03, valido come richiesta di ammissione agli esami, da sostenere al termine della frequenza obbligatoria ai corsi, anche come richiesta di accesso ai corsi. La domanda deve essere firmata dal genitore del minore, o da chi ne fa le veci, acquisita agli atti della scuola durante lo svolgimento del corso, e inviata per l'ammissione all'esame all'Ufficio Provinciale del Dipartimento dei trasporti terrestri, dal Dirigente dell'Istituzione scolastica, dopo le verifiche di legge.

Ai fini di una migliore organizzazione e di un coordinamento efficace a livello territoriale, le scuole potranno fissare un termine di presentazione delle domande di iscrizione.

 Chi deve istituirli

Le Istituzioni Scolastiche, pubbliche e private, organizzano, su richiesta delle famiglie a norma dell'art. 6 del D.Leg.vo 9/02 , corsi per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida del ciclomotore.

Docenti

Le scuole, nell'ambito della propria autonomia, individuano i docenti che terranno i corsi, tra coloro che possiedono le competenze specifiche, nel rispetto della normativa vigente (D.Leg.vo 9/02 e art. 230 del Codice della Strada):
* insegnanti di autoscuole
* forze di polizia e personale del MIT abilitato all'espletamento del servizio di polizia stradale
* carabinieri
* vigili urbani
* guardia di finanza
* docenti in possesso delle competenze derivanti dall'aver organizzato e realizzato specifiche attività formative di
educazione stradale, per almeno un triennio, certificate dal Dirigente Scolastico
* personale designato dalle associazioni e dagli enti, pubblici e privati, impegnati in attività collegate alla circolazione
stradale e riconosciuti dal MIT, con competenze derivanti dall'aver svolto specifiche attività formative di educazione
stradale da almeno 3 anni, documentate attraverso dichiarazioni del Dirigente Scolastico della scuola in cui hanno
operato.

Utenti

Partecipano agli esami le studentesse e gli studenti, che abbiano compiuto i 14 anni e siano minori di 18 anni (art 6 del D.Leg.vo 9/02 ), che abbiano presentato domanda di ammissione e abbiano frequentato regolarmente il corso.

Fermo restando le condizioni sopra richiamate, è possibile consentire la partecipazione ai corsi anche ai tredicenni che compiano i 14 anni nell'arco dell'anno scolastico (art. 18 del D.Leg.vo 9/02).

 Durata

La durata dei corsi effettuati nelle scuole è di 20 ore, così ripartite:
a)  4 ore Norme di comportamento, modulo A (allegato)
b)  6 ore Segnaletica, modulo B (allegato)
c)  2 ore Educazione al Rispetto della legge, modulo C (allegato)
con oltre 3 ore di assenza alle lezioni dei moduli a; b; c; non si è ammessi a sostenere l'esame.

La scuola per completare il percorso educativo deve svolgere:

a)  8 ore di Educazione alla Convivenza Civile.
In considerazione del nuovo quadro giuridico di riferimento a partire dal D.P.R. 275/99 che introduce l'autonomia negli istituti scolastici e della circolare MIUR n.62/03, sembra ragionevole proporre di attivare le 8 ore di Educazione alla Convivenza Civile previste dal decreto del MIT 30/6/2003, una volte inserite nel POF - all'interno del curricolo - come approccio pluridisciplinare, in orario curriculare e rivolte all'intero gruppo classe, a prescindere dalla finalità del corso per il conseguimento del certificato di idoneità alla guida del ciclomotore.
I moduli a, b, c, previsti dal POF, si attivano in orario extracurriculare.

 Esami

La prova finale dei corsi, organizzati in ambito scolastico è espletata da un funzionario del Dipartimento per i Trasporti terrestri" del Ministero delle Infrastrutture insieme all'operatore responsabile della gestione dei corsi (art 6 del D.Leg.vo 9/02 ).

Al termine del corso, ed entro l'arco di tempo di validità - un anno - e comunque prima di sostenere l'esame, dovrà essere regolarizzata la domanda di ammissione per sostenere l'esame, mediante i versamenti di legge (art. 3 Decreto MIT 30/6/2003). Gli interessati si avvalgono a tale scopo del modello allegato al Decreto Ministeriale MIT, 30 giugno 2003. I candidati, che non hanno regolarizzato la domanda di ammissione con i versamenti di legge previsti, non possono accedere all'esame finale.

I candidati che hanno terminato il corso da più di un anno o che non hanno superato l'esame, devono ripetere il corso prima di essere nuovamente ammessi agli esami (Decreto MIT 30/6/2003).

  Operatore responsabile del corso

"L'operatore responsabile della gestione dei corsi" organizzati in ambito scolastico (art 6 del D. Leg.vo 9/02 ) provvede che siano espletati i seguenti adempimenti:
preparazione e organizzazione dei corsi
gestione amministrativo contabile delle attività connesse alla realizzazione dei corsi
verifica del registro delle presenze, documento ufficiale per la presentazione dei candidati all'esame
identificazione dei candidati prima dell'esame
lettura delle istruzioni per la compilazione delle schede d'esame
co - presenza alla prova finale
Il Dirigente scolastico può assumere la funzione di Operatore responsabile della gestione dei corsi o delegarla ad un suo fiduciario.

   Questionari d'esame

L'esame si espleta su un questionario, predisposto dal MIT - Dipartimento per i trasporti terrestri, contenente 10 domande con 3 risposte che possono essere :
tutte e tre false;
tutte e tre vere;
due vere e una falsa;
una vera e due false.
Sono ammessi al massimo 4 errori per ritenere superato l'esame (Decreto MIT 30/6/2003).

Il certificato di idoneità

Non è un documento di identità.

Viene rilasciato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è necessario per la guida del ciclomotore e deve essere accompagnato dal documento di riconoscimento. (art. 3 Legge n. 21
4/03).

H O M E P A G E | PRESIDE & SEGRETERIA | DOCENTI | GENITORI & STUDENTI | INFORMAZIONI | ARCHIVIO | AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE | Albo pretorio | ARTICOLI DI GIORNALE | RICONOSCIMENTI | ECCELLENZE | BIBLIOTECA | GIORNALINO D'ISTITUTO | IL FRANCESE AL GUARINO | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu